venerdì 27 maggio 2016

Tra spiagge e falesie nelle Calanques di Marsiglia e Cassis

Calanque di Sugiton
Scogliere rocciose incise in profondità verso l’entroterra, intrise di mare e percorse dai venti. Soffiano in ogni fenditura liberando sabbia e polvere e turbinano in ogni cunicolo.

Seguo la costa ansiosa di lasciarmi alle spalle i borghi chiassosi. Abbandono finalmente la strada e scendo fra i sassi infilandomi tra due pareti per risalire presto e rivedere il mare.

Ma è una bella giornata di primavera ed è festa e non posso sfuggire alla folla che percorre il mio stesso cammino costiero per la spiaggetta sul fondo dell’anfratto.
Nemmeno una discesa ripida e scivolosa ci ferma e ci troviamo in fila nel dirupo al passo dei più incerti a cercare col piede appoggi solidi per non franare con le pietre.


La spiaggetta è inclusa tra le rocce, delizia in un’alba qualunque, ma oggi invasa dalla nostra colonia umana rumorosa.


domenica 15 maggio 2016

Sul Casco de Marboré (3006 m), nel massiccio del Monte Perdido, Pirenei spagnoli
Dal Rifugio de Goriz verso il Casco
Il Casco sullo sfondo
Verso la cima
Sul Casco, 3006 m.



Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *